Il portapunzone con sgancio pneumatico permette di includere od escludere in opera, i punzoni di uno stampo quando è necessario realizzare particolari simili, che differenziano tra loro per la presenza di alcune forature o tranciature.

Grazie ad un cilindro pneumatico che ritrae il punzone quando il foro non è richiesto, questo sistema automatico non solo garantisce di ridurre i tempi di stampaggio, ma anche di realizzare diversi schemi di tranciatura senza dover ricorrere alla costruzione di molteplici stampi.

Esistono cinque modelli che si differenziano per le dimensioni e tipo di punzone.

Nel modello 1001, per Ballock, è possibile intercambiare alcuni diametri del portapunzone, ad esempio il Ø13 con il Ø16 o il Ø20 con il Ø25.

Le versioni 1002-1003, per Ballock, più compatte rispetto al modello precedente, presentano la possibilità di realizzare configurazioni diverse, in quanto il portapunzone è sostituibile con un altro in grado di avvicinare il punzone alla testa del dispositivo di 12 mm.

I modelli 1004-1005, per punzoni con testa cilindrica, differiscono poiché il primo viene utilizzato con punzoni tondi, il secondo sfaccettati.

Il punto di forza di questa gamma è sicuramente la realizzazione di alcuni particolari con materiali e rivestimenti autolubrificanti, che garantendo maggiore fluidità, eliminano i problemi di attrito ed usura.